fbpx

Tatuaggio Nettuno e Universo

stefano marvulli tatuaggi realistici torino nettuno universo

La coverup della macchia sul deltoide frontale era davvero una scocciatura per Marco. Trovare una soluzione che salvasse il tatuaggio precedente non è stato semplice, l’ingombro era molto ampio. Serviva spostare l’attenzione su un nuovo soggetto.

L’idea di utilizzare Nettuno come soggetto principale del tatuaggio è nata dal suo amore per il mare e la navigazione. L’Universo è la metafora del riferimento, la mappa celeste che traccia la direzione e permette di non perdersi in questo percorso.

L’unione di questi due elementi ha composto l’intera composizione che lega tra loro i soggetti grazie alle geometrie triangolari che ricordano i solidi platonici nella loro scomposizione più minimalista.

La prima fase. Viene applicato lo stencil e si combinano i nuovi elementi, sullo sfondo il tatuaggio precedente da recuperare.

La prima fase consiste nell’applicazione dello stencil per centrare al meglio il volto di Nettuno seguendo la naturale anatomia del corpo, dal tricipite al deltoide evitando i tatuaggi già presenti sul suo braccio, soprattutto sopra il suo gomito destro.

La fine della prima seduta. Nettuno è quasi completo ed il nuovo tatuaggio prende forma.

Dopo la prima seduta Nettuno è quasi completo e si crea il legame tra la statua e quella che è ancora una macchia informe del tatuaggio precedente.

L’ultima fase. Il cerchio che racchiude l’Universo ora è completo e con Nettuno creano la composizione finale.

Nella seconda ed ultima seduta i soggetti trovano finalmente la loro definizione. L’universo viene inscritto in un cerchio dal quale nascono le linee geometriche che legano gli elementi. I triangoli si sparpagliano lungo il braccio bilanciandosi tra loro e al centro il volto del Dio smuove con la sua barba le onde del mare.

Dalla progettazione del concetto sino alla sua realizzazione, è stato davvero un bel viaggio insieme.